}catch (ex){}
Moda, Francesca Marchisio ridisegna e reinventa capi che non si mettono più – Dire

Moda, Francesca Marchisio ridisegna e reinventa capi che non si mettono più – Dire

Alla Roma Fashion Week la designer presenta Up-Fashion, progetto oltre il riuso

ROMA – Ridare nuova vita ai capi è decisamente una delle prerogative che accomuna i tanti designer che sfilano e incontrano gli addetti ai lavori alla Roma Fashion Week. Tra questi c’è anche Francesca Marchisio, un nome che ricorre da più edizioni nelle passerelle di Altaroma e che quest’anno lancia un progetto nuovo che dà un valore aggiunto al concetto di riuso. Lo chiama Up-Fashion ed è un lavoro che la porta a stretto contatto con le clienti, creando un reciproco scambio di storie, ispirazioni e creatività.

Quanti capi giacciono negli armadi, inutilizzati e quasi dimenticati? E ancora quanti sono i pezzi unici di madri, nonne o zie custoditi gelosamente ma decisamente importabili per le tendenze dettate dai tempi? La designer di Reggio Emilia allora apre il suo studio e con le dirette interessate ‘rivede’ tutto ciò che c’è da rivedere. Ecco che un pantalone diventa un corpetto e una camicia addirittura un cappotto.

“Con la pandemia – racconta all’Agenzia Dire Francesca Marchisio – ho aperto al pubblico il mio showroom di Reggio Emilia, ho sentito l’esigenza di voler incontrare il cliente finale e mi sono data alla vendita diretta. Questo mi consente di raccontare meglio il prodotto e il suo messaggio ma soprattutto nell’incontro ho trovato nuove ispirazioni. Nasce così l’idea di accogliere le storie dei capi che arrivano da fuori e di cucire addosso alle clienti nuove idee. Per la prima volta porto in passerella tre di questi capi ma non solo, a sfilare per me è arrivata a Cinecittà, direttamente da Torino, l’ex presidente del Museo nazionale del cinema, Laura Milani. Sono stata a casa sua e insieme abbiamo individuato cosa trasformare. Sto incontrando e scegliendo donne dai diversi proflili legati all’arte, alla cultura e alla leadership femminile: ognuna di loro racconterà come sono nati i nuovi abiti. Tra queste c’è anche Violetta Zironi, voce e volto di X-Factor oggi artista a Berlino”.

Il lavoro di recupero e trasformazione si aggiunge dunque alla produzione delle nuove collezioni: “Il lavoro sartoriale e artigianale è molto impegnativo. Up-Fashion va comunque nella direzione della moda etica, il costo della manifattura varia ma le ore di lavoro non le conto, altrimenti andremmo tutti fuori budget!”, conclude la designer.

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart

Nessun prodotto nel carrello.

BECOME A FRIEND

Get involved in our mission to reduce waste in Fashion!

Enter your email to receive news, exclusives,

and get 10% off your first purchase